Gi.Di. sas

Contabilità aziendali e Servizi amministrativi

Circolari

RIMBORSO IVA

28 dicembre 2016

Si tratta di un’altra importante novità. E’ stata elevata ad euro 30.000,00 la soglia (complessiva annua) oltre la quale è necessaria l’apposizione del visto di conformità o il rilascio della garanzia prevista dall’art. 38-bis del DPR 633/1972, per richiedere il rimborso del credito IVA. Pertanto, qualora un contribuente intenda richiedere il rimborso dell’IVA risultante dalla Dichiarazione Annuale IVA o dalle domande trimestrali, per un importo superiore ad euro 30.000, è richiesto il rilascio del visto di conformità (o in alternativa la sottoscrizione della dichiarazione da parte dell’organo di controllo) unitamente alla sottoscrizione di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dalla quale emerge il rispetto di alcuni parametri patrimoniali ed economici e la regolarità nei versamenti dei contributi previdenziali ed assicurativi. Il soggetto che non intende richiedere il visto di conformità oppure non possiede i requisiti previsti potrà, in alternativa, presentare idonea garanzia sotto forma di titoli di stato oppure fideiussione bancaria o assicurativa. La presentazione della garanzia è altresì obbligatoria, al di sopra della soglia di 30.000 euro, per il soggetto di imposta che esercita l’attività da meno di due anni (escluse le start-up), da soggetti sottoposti ad accertamento o da soggetti che cessano l’attività.

Corre l’obbligo ricordare che la soglia oltre la quale è necessario il rilascio del visto di conformità, nel caso in cui il credito IVA venga utilizzato in compensazione, rimane fissata ad euro 15.000,00.

indietro