Gi.Di. sas

Contabilità aziendali e Servizi amministrativi

Circolari

DETRAZIONI

19 gennaio 2015

La Legge modifica il comma 1 e 2 dell’art.14 del DL 63/2013 e proroga ulteriormente le scadenze da rispettare per beneficiare delle detrazioni sopraindicate. Non vi sono modifiche sostanziali che riguardino i settori di applicazione, i limiti massimi e le modalità di pagamento.

Risparmio energetico:

-detrazione IRPEF/IRES per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti (abitativi e non) che si applica nella misura del 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2015;

-detrazione IRPEF/IRES per la riqualificazione energetica delle parti comuni degli edifici condominiali esistenti o di tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio esistente che si applica nella misura del 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2015;

Il comma 2 e il nuovo comma 2-bis del DL 63/2013 introducono due nuove tipologie di interventi agevolabili:

a)                  detrazione IRPEF/IRES delle spese per acquisto e posa di schermature solari (allegato M del D. Lgs. 311/2006) sostenute dal 1/1/2015 al 31/12/2015;

b)                 detrazione IRPEF/IRES delle spese per acquisto e posa di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, sostenute dal 1/1/2015 al 31/12/2015.

Ristrutturazioni:

-detrazione IRPEF per interventi di ristrutturazione edilizia delle abitazioni che si applica nella misura del 50%, fino ad un ammontare massimo di 96.000 euro per unità immobiliare, delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2015;

-detrazione IRPEF anche per i diversi interventi previsti dall’art. 16-bis del TUIR, che si applica nella misura del 40% delle spese sostenute fino al 31/12/2015.

La Legge, inoltre, con il comma 48, allunga a 18 mesi il termine entro il quale le imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare di interi fabbricati, devono cedere o assegnare l’immobile.

Mobili ed elettrodomestici:

-detrazione IRPEF per l’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici di classe A+ (A per forni), da utilizzare per arredare l’abitazione oggetto di ristrutturazione, nella misura del 50% fino ad un importo massimo complessivo di spesa di 10.000 euro, per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2015.

 

Il comma 657 ha elevato all’ 8% la ritenuta a titolo di acconto sull’imposta sui redditi che le banche e le  Poste Italiane S.p.a. trattengono sui bonifici disposti a favore dei soggetti passivi di imposta, dai contribuenti per beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d'imposta.

indietro