Gi.Di. sas

Contabilità aziendali e Servizi amministrativi

Circolari

DICHIARAZIONI DI INTENTO – NUOVA MODALITA’ DI INVIO

18 dicembre 2014

Come già a vostra conoscenza, l’art. 20 del D. Lgs. n.175/2014 ha modificato la modalità di invio della dichiarazione di intento, a partire dalle operazioni effettuate dal 01/01/2015. Dovrà essere il cessionario o committente (dichiarante) a trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione di intento. L’Agenzia delle Entrate rilascerà una ricevuta telematica che unitamente alla dichiarazione di intento verrà consegnata al fornitore/prestatore. Il prestatore/fornitore, solo dopo aver verificato telematicamente la presentazione della dichiarazione di intento all’Agenzia delle Entrate, potrà emettere la fattura non imponibile IVA ai sensi dell’art.8, co.1, lettera c) del DPR 633/1972.

Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 12/12/2014 ha approvato il nuovo modello di dichiarazione e ha stabilito che la dichiarazione è presentata all’Agenzia delle Entrate in via telematica direttamente da parte dei soggetti abilitati a Entratel o Fisconline, oppure tramite intermediari abilitati, quali lo studio Gi.Di. sas. Con lo stesso provvedimento si informa che l’invio può essere effettuato utilizzando il software specifico, che però ad oggi non è ancora disponibile.

Stante le difficoltà operative, il provvedimento stabilisce che fino all’11/02/2015 gli operatori potranno ancora utilizzare la vecchia modalità di invio, consegnando la dichiarazione di intento al proprio fornitore o prestatore, il quale, in tale caso, non dovrà (ovviamente) verificare alcuna avvenuta presentazione della dichiarazione telematica, ma ne dovrà dare comunicazione all’Agenzia delle Entrate utilizzando la precedente modalità. A fronte di questa specifica deroga è comunque previsto che se le dichiarazioni di intento si riferiscono anche ad un periodo successivo all’11/02/2015, è obbligo provvedere alla trasmissione telematica della dichiarazione di intento riferita alle operazioni successive al 12/02/2015, utilizzando la nuova modalità.

indietro